Best practice per tag RFID: 13 suggerimenti per il tagging in campo

in Nozioni di base di RFID on . 0 Comments

Anche con una configurazione hardware RFID perfetta, il successo dell'intero sistema dipende dalla possibilità di ottenere una lettura coerente dai tag RFID. Con la visibilità zero delle tue risorse, tutte le tue attività di pianificazione e test andranno a sprecare se i tag RFID non saranno correttamente applicati ai materiali. Ecco tredici suggerimenti per aiutarti a distribuire con successo tag RFID sul campo.


Best practice per tag RFID

1. Allega il tag solo dopo aver completato il processo di associazione e hai verificato che il tag sia funzionante.


2. Posiziona i tag in un luogo in cui saranno protetti dagli urti durante il trasporto di materiali. Per lo meno, allegare i tag RFID in una posizione in cui gli effetti degli impatti saranno ridotti al minimo. Se ti aspetti che i tag vedano alcuni colpi pesanti, potresti prendere in considerazione un tag RFID durevole con una shell rigida.


3. Per materiali etichettati comunemente sollevati e spostati, assicurarsi che le parti mobili come i ganci di manovra non possano staccare i tag RFID.


4. Se stai taggando casse che sono strettamente raggruppate, assicurati che il tuo tag non cambi il profilo della cassa. L'etichetta potrebbe essere eliminata quando le casse vengono spinte l'una contro l'altra.


5. Alcune etichette RFID hanno componenti leggibili dall'uomo, quindi assicurati che l'etichetta possa ancora essere visualizzata dopo l'etichettatura dei materiali.


6. I tag RFID non hanno bisogno della linea di vista, ma sii consapevole del tuo ambiente. Se l'area circostante è costituita da metallo e acqua, assicurati di avere tag RFID in metallo progettati per le prestazioni in aree non tradizionali.


7. Proteggi adeguatamente i tuoi tag sulla risorsa. Se il tag è penzolante o non collegato correttamente, si corre il rischio di spostare il tag e / o di leggere il tasso di lettura.


8. Per migliorare il tuo raggio di lettura, punta il tag verso l'alto e lontano dalla risorsa. (Guarda il nostro video per altri suggerimenti su come migliorare gli intervalli di lettura.)


9. Quando si contrassegna una spedizione di tubi metallici o contenitori, montare il tag all'esterno della risorsa più esterna. Un corretto posizionamento ridurrà gli effetti dello smorzamento e migliorerà la velocità di lettura e la portata.


Opzioni di collegamento etichette RFID

10. Cravatta con cerniera per cavi - Alcune etichette RFID con guscio rigido presentano fori di montaggio perfetti per le fascette. Nelle applicazioni per esterni, avrete bisogno di fascette per cerniere a resistenza industriale che non si degraderanno a causa della luce UV e delle variazioni di temperatura. Inoltre, le chiusure lampo industriali hanno un meccanismo di chiusura più affidabile. Un'ultima cosa da considerare, le fascette devono essere la larghezza corretta per i fori di montaggio del tag.


11. Attacco a vite - Le viti sono un metodo di fissaggio comune per i tag RFID, in particolare per le risorse in legno e metallo. Le viti zincate sono consigliate nelle applicazioni per esterni in quanto sono meno soggette alla ruggine. Quando apponi i tag al materiale, assicurati di applicare la giusta quantità di coppia in modo che il tag non venga svitato lentamente.


12. Cablaggio: quando è necessario un metodo di fissaggio più permanente di una cravatta a zip, ma non si è in grado di praticare fori nella risorsa o nel contenitore di risorse, una fune sarà l'opzione migliore. Quando si sceglie il filo, selezionare una fune metallica rivestita di nylon per temperature estreme ed esposizione prolungata ai raggi UV.


13. Epossidico: in alcune applicazioni, i tag RFID sono incorporati direttamente nelle risorse e coperti con una resina epossidica protettiva. Se stai incorporando i tag, assicurati di aver selezionato un tag RFID che non sarà interessato dalle proprietà della risorsa e dell'area circostante. Inoltre, assicurati che la resina epossidica non influenzi le prestazioni del tag.

Last update: Jan 18, 2018

Related Article

Comments

Leave a Comment

Leave a Reply