L'RFID apre la porta per i bambini nella struttura abitativa per la sclerosi multipla

in News RFID on . 0 Comments

Bambini in sedia a rotelle presso la struttura sanitaria senza scopo di lucro australiana MS Queensland Youngcare, con sede ad Albany Creek, nel Queensland, utilizzano l'identificazione a radio frequenza per accedere a camere e aree chiuse, a mani libere. Il sistema, fornito da N.A.S.A. Electronic Security Systems e ISCS Brisbane, sono stati implementati dal vivo a luglio di quest'anno, utilizzando i lettori e il software RFID UHF RFID di Nedap Identification Systems integrati in un controller WX Protege di ICT.


Queensland Youngcare offre alloggi ad alta cura per i giovani che potrebbero altrimenti essere collocati in strutture meno appropriate, come i centri di assistenza infermieristica in cui la maggior parte dei residenti sono anziani. I bambini che risiedono nella struttura hanno la sclerosi multipla (SM), che li lascia confinati in sedie a rotelle a mobilità ridotta. Pertanto, il compito apparentemente semplice di passare attraverso porte chiuse pone una sfida. Storicamente, quando i residenti si muovevano attraverso cancelli e porte, richiedevano l'assistenza manuale di aiutanti personali che spingevano le sedie a rotelle. Questo, naturalmente, significava che i pazienti dipendevano completamente dagli aiutanti ogni volta che volevano spostarsi da un'area all'altra.


Il nuovo complesso abitativo di MS Queensland Youngcare, costruito quest'anno, è dedicato ad essere un tipo di struttura molto diverso, afferma Norman Larden, N.A.S.A. Amministratore delegato di Electronic Security Systems. La nuova struttura è progettata per offrire maggiore autonomia ai suoi giovani residenti. Ci sono otto unità, ognuna delle quali ospita un singolo residente o famiglia.


N.A.S.A. Electronic Security Systems è una divisione di sistemi di sicurezza con sede a Brisbane di Australasian Intercom Systems Pty. Ltd. Tre anni fa, la società ha scelto di lanciare un sistema di controllo degli accessi basato su RFID UHF da offrire ai propri clienti. Ha selezionato una soluzione sviluppata da ISCS Brisbane, afferma Larden, e ha acquisito formazione per l'installazione e la manutenzione da Murray Cooper, direttore tecnico vendite di ISCS. Dopo aver completato la formazione di Cooper, la società di sicurezza ha installato la tecnologia per aziende come la MS Queensland utilizzando il sistema di lettura Nedap RFID. "N.A.S.A. ora utilizza e lavora esclusivamente con i tecnici e i prodotti di ISCS Brisbane", afferma Larden, "a causa della qualità del prodotto e del supporto tecnico offerto da ISCS Brisbane."


L'installazione presso MS Queensland Youngcare è stata un progetto dal ritmo serrato. In effetti, il sistema è stato installato e messo in servizio entro una settimana, N.A.S.A. rapporti. Durante quel periodo di tempo, la società tecnologica ha installato 29 porte di lettura all'interno di otto unità di assistenza presso la struttura. Ogni unità di cura comprende tre lettori Nedap: uno installato all'ingresso principale e l'altro all'ingresso sul retro, con un terzo per accedere al giardino sul retro o al patio. Oltre a questi 24 lettori, ne sono stati installati altri cinque per l'accesso generale nelle sale comuni, nella zona cucina e in altre aree pubbliche all'interno della struttura.



Sia i pazienti che i membri dello staff indossano carte abilitate UHF e senza contatto su cordini. Ogni tag è codificato con un numero ID univoco che è collegato al nome di una particolare persona, nonché per identificare informazioni come il suo ruolo di membro dello staff o lo stato di autorizzazione del paziente. Tali dati vengono memorizzati nel dispositivo di controllo degli accessi (il controller WX Protege), che è alimentato da una presa CC.


Quando una persona si avvicina entro 2 metri (6,6 piedi) da un lettore, il dispositivo acquisisce l'ID univoco della sua carta e determina lo stato di quella persona. Ad esempio, i pazienti sono autorizzati ad accedere alla propria unità, ma non ad altre unità con la struttura. Il software conferma i dati e, se una persona è autorizzata, richiede l'apertura della porta. Se lui o lei non è autorizzato, la porta non si aprirà. I tag consentono al personale e ai pazienti di entrare e uscire da un'area attraverso la porta. I dati relativi a ciascun evento letto vengono acquisiti e archiviati nel controller, creando in tal modo una registrazione dei movimenti del personale e del paziente, che possono essere quindi consultati dalla direzione, se necessario.


Related Article

Comments

Leave a Comment

Leave a Reply