Tag ibrido RFID Link Worker Safety to Access Control

in News RFID on . 0 Comments


La società tecnologica statunitense Extronics ha potenziato uno dei suoi modelli di tag RFID attivi per renderlo un dispositivo ibrido di sicurezza e controllo accessi per un'azienda petrolifera e del gas nel Sud-Est asiatico. Il tag è una delle dieci varietà di tag RFID attivi offerti da Extronics, il cui tag di prossima generazione verrà automaticamente fornito con funzionalità RFID passiva ad alta frequenza (HF) e trasmissione Wi-Fi attiva.

Il tag potenziato, che verrà rilasciato all'inizio di quest'anno, si basa sull'ITAG100 di Extronics (un tag basato sulla tecnologia Aeroscout) che utilizza le trasmissioni Wi-Fi attive e ha un tag RFID passivo incorporato per il controllo degli accessi; include anche lo spazio per memorizzare un ID foto. Il tag potenziato offrirà le stesse funzionalità e sarà utilizzato dalla raffineria per monitorare 8.000 lavoratori, oltre a fornire loro il controllo e l'identificazione degli accessi.


La società, una delle più grandi aziende petrolifere e del gas del mondo, sarà la prima a utilizzare questa tecnologia e già impiega la tecnologia di sicurezza dei lavoratori di Extronics in un altro sito che contiene 1.100 lavoratori. Quando ha pianificato l'adozione del sistema di sicurezza dei lavoratori all'ultimo sito l'anno scorso, tuttavia, la società ha cercato una soluzione ibrida.

I lavoratori del settore petrolifero e del gas portano con sé una serie di dispositivi di sicurezza e di identificazione ogni volta che riferiscono di lavorare. Ciò può includere dispositivi di protezione individuale (DPI), monitor per gas e identificazione, comprese le foto, ai fini del controllo degli accessi. Con l'aggiunta di un programma di sicurezza dei lavoratori, il personale potrebbe avere ancora un altro dispositivo per i dipendenti da tenere traccia di. "Il principale fattore è che i lavoratori devono portare con sé così tante cose", afferma John Hartley, CEO di Extronics. L'ultima cosa che le aziende vogliono fare, aggiunge, è dire ai propri dipendenti: "Ecco un'altra cosa per te: un tag di tracciamento".


Inoltre, la raffineria voleva assicurarsi che i lavoratori si ricordassero di portare i dispositivi ogni volta che si recavano sul posto. Se la tecnologia di sicurezza dei lavoratori fosse incorporata nel dispositivo di controllo degli accessi, semplicemente non sarebbero in grado di entrare senza di essa.


La soluzione ibrida era quella che la società stava già costruendo nel suo tag di prossima generazione, secondo Hartley. Tuttavia, l'azienda ha richiesto la distribuzione prima che il tag potesse essere rilasciato, quindi Extronics ha modificato il suo iTag100 attivo esistente per includere spazio per la memorizzazione dell'immagine e dell'identificazione del lavoratore, nonché il chip di controllo accessi RFID MIFARE DESFire EV1 HF 13,56 MHz incorporato. Il chip, fornito da NXP Semiconductors, è conforme allo standard ISO 14443A. Il tag ha anche la protezione sotto forma di una protezione per tag TGUARD, per sostenere gli ambienti difficili in cui tali tag vengono spesso utilizzati.


Quando i dipendenti si presentano al lavoro, indosseranno l'etichetta di sicurezza del lavoratore, su una cintura, in una tasca o su un cordino al collo. La raffineria dispone già di lettori di controllo accessi esistenti installati negli ingressi, che in precedenza richiedevano un badge RFID HF dedicato. Ora, il personale sarà in grado di toccare semplicemente il badge di sicurezza del lavoratore vicino al lettore, e il software di controllo degli accessi attiverà il cancello girevole o il cancello per aprire, aggiornando così il loro stato come arrivato.

Mentre i membri dello staff si spostano all'interno della struttura, l'ID del tag di ciascun lavoratore, collegato alla propria identità nel software Extronics che risiede sul server dell'azienda, viene catturato dai nodi Wi-Fi. I tag di solito lampeggiano ogni 15 secondi, sebbene tale frequenza possa essere regolata come richiesto dalla società. Il tag viene fornito con un sensore di movimento incorporato. Se rileva che il tag è rimasto immobile per un determinato periodo di tempo (diciamo 20 minuti), trasmetterà meno frequentemente (ad esempio ogni ora). Questa funzione contribuirà a preservare la durata della batteria integrata del badge.


Il software calcola la posizione dell'utente in base al nodo che riceve la trasmissione di tag, la forza del segnale e la triangolazione (nel caso di letture di nodi multipli di un singolo tag). La densità dei nodi Wi-Fi determina la granularità della posizione, spiega Hartley, ma in genere alle aziende piace tenere traccia dei lavoratori all'interno di una determinata zona, con un'installazione di nodo Wi-Fi meno densa, piuttosto che spendere i soldi necessari per creare funzionalità di localizzazione altamente granulari.

Last update: Jan 24, 2018

Related Article

Comments

Leave a Comment

Leave a Reply