Bon-Ton aumenta la gestione dei display di scarpe e bagagli con RFID

in News RFID on . 0 Comments

La catena del magazzino Bon-Ton Stores può indagare nuovi modi per mettere in atto l'identificazione della frequenza radio per la visibilità dei prodotti, dopo aver dimostrato guadagni in conformità alla visualizzazione e vendite presso le sue scarpe da 180 negozi e i reparti di bagagli. Nel corso degli ultimi due anni, la società sta implementando la tecnologia per monitorare se le scarpe e i bagagli che erano in vendita erano disponibili in mostra.

Il sistema è stato lanciato nel 2014 come pilota di tre negozi per le scarpe da esposizione, poi è stato ampliato in altre posizioni nel 2015 e poi nel dipartimento dei bagagli lo scorso anno. Bon-Ton sta ora investigando altre applicazioni per rintracciare alcuni prodotti ad alto valore in altri dipartimenti. La soluzione, conosciuta come Inventory Management, è fornita da Zebra Technologies. È composto da lettori RFID portatili MC3190-Z, così come tag RFID UHF, gestito dal software di Bon-Ton Stores.


Bon-Ton Stores gestisce Bon-Ton, Bergner, Boston Store, Carson, Elder-Beerman, Herberger e Younkers. L'azienda dice che da quando ha iniziato a seguire la merce di esposizione in scarpe e bagagli, ha quasi eliminato quello che era stato fino a un tasso di non conformità del 20 per cento durante una settimana di vendita media. Ogni prodotto mancante dalla visualizzazione è potenzialmente una vendita mancata, dice Lisa Celebre, le operazioni di Bon-Ton's store VP.


Tradizionalmente, i colleghi di vendita in ogni negozio controllerebbero manualmente quali campioni sono stati mostrati sul reparto di scarpe su base giornaliera, al fine di garantire che tutte le scarpe vendute siano state rappresentate in quel display. Tuttavia, questo era un processo che richiede tempo, che era soggetto a errori. Nel cercare un sistema basato sulla tecnologia, dice Celebre, la società ha voluto maggiore efficienza e precisione di questi controlli di conformità alla visualizzazione.


Nel reparto di scarpe viene indicata una singola scarpa per ogni tipo di marca e stile di calzatura che viene offerta. Nel 2015, l'azienda ha iniziato a pilotare la tecnologia RFID. Innanzitutto, in tre negozi, ha optato per associare un tag RFID UHF da uno dei fornitori di tag diversi a ciascuna scarpa campione, quindi collegato il numero unico ID di ogni tag ai dati dell'unità di riserva (SKU) nel software di gestione del rivenditore, spiega Tom Moore, leader della Zebra per la vendita al dettaglio e l'ospitalità. Dopo aver pilotato la tecnologia per diversi mesi, il rivenditore ha ampliato l'implementazione in 25 negozi e poi 180 nel corso del 2016 e all'inizio del 2017.


Ogni giorno, due associati utilizzano i lettori MC3190-Z, ognuno dei quali parte da estremità opposte del display del reparto e che lavora da quell'estremità all'altro. Il dispositivo palmare cattura i numeri di identificazione e li inoltra al software, che li collega ai dati correlati. Dedicando due membri del personale all'attività, il negozio può avere ridondanza per garantire che non si perdano tag.


Una volta terminati gli eventi di lettura dei tag, il personale di vendita può accedere al software, visualizzare l'elenco degli elementi di visualizzazione e notare eventuali discrepanze, ad esempio una scarpa mancante. In genere, vengono stampati i risultati in modo che i collaboratori possano portare con sé i dettagli stampati mentre si trovano a trovare campioni mancanti. Se la scarpa mancante non può essere trovata, possono entrare nella stanza posteriore, acquistare un'altra scarpa campione per quella marca e stile, applicare un tag RFID e caricarla nel sistema.


I dati sono disponibili non solo per memorizzare associati o per la gestione, ma anche per i dipendenti aziendali nell'ufficio centralizzato. Ciò consente loro di visualizzare, quotidianamente, quando gli elementi di visualizzazione non sono a portata di mano e quindi affrontare i problemi di conseguenza, spiega Celebre.


"I risultati sono molto illuminanti", dice Celebre. "Pensi che stiate facendo un lavoro accurato con il processo manuale, ma il sistema automatizzato aiuta [gli utenti a capire] dove questo potrebbe non essere il caso". Alcuni prodotti possono essere rimossi dal display per essere acquistati o potrebbero essere erratiamente restituiti nella stanza posteriore o scolpiti in modo errato. Mentre i collaboratori di vendita inizialmente avevano dubbi sull'efficacia della tecnologia, dice, sono felici di trovare uno strumento per verificare in modo più rapido e preciso l'inventario del display.


Dopo un pilota di tre punti del dipartimento di scarpe, l'azienda ha optato per lanciare la tecnologia a 180 negozi e per ampliare l'uso del sistema al reparto bagaglio. Il bagaglio è un'altra sfida per la gestione della conformità dei display, afferma Celebre. Spesso può essere venduto un pezzo di bagaglio in mostra e la sua assenza significa che più di quella marca o stile non possono essere venduti fino a quando non verrà riempita un'altra versione del display. "Abbiamo sentito grande fiducia da ciò che avevamo imparato dal dipartimento di scarpe", spiega, che la tecnologia fornirà i benefici necessari. L'azienda ha misurato le vendite con il sistema RFID rispetto a quelle di prima della implementazione della tecnologia e ha trovato una spinta. Tuttavia non indica quanto sia stato il miglioramento.

Last update: Sep 08, 2017

Related Article

Comments

Leave a Comment

Leave a Reply