Bluetooth Low Energy e Internet of Things effettuano chiamate a domicilio

in News RFID on . 0 Comments

Heal sta prendendo di mira la tecnologia Internet of Things (IoT) che include Bluetooth Low Energy (BLE) per aiutare i medici ad accedere automaticamente e ricevere avvisi basati su dati sanitari raccolti dai pazienti nelle loro case. Quest'anno, la società utilizzerà il dispositivo per migliorare i servizi per alcuni dei propri pazienti, ma prevede di commercializzare la soluzione anche per altri fornitori di assistenza sanitaria, o per le famiglie di pazienti.

Il Wellbe è un dispositivo plug-in che impiega connessioni 4G per trasmettere dati al server di Heal. Viene fornito con funzionalità Bluetooth e BLE per acquisire i dati del sensore da uno qualsiasi dei 122 dispositivi di tracciamento della salute disponibili in commercio, compresi i monitor della pressione sanguigna, i sensori di temperatura e glicemia e i localizzatori che indicano dove si trova una persona. In questo modo, i medici possono ottenere una visione in tempo reale sulla salute del paziente, senza richiedere alcun input dal paziente e senza essere presente.


Heal fornisce telefonate dal 2015 e finora ha effettuato circa 40.000 visite a domicilio in California, nella Virginia del Nord e nell'area di Washington D.C. Ora fa una media di 7.500 visite al paziente al mese. La società è stata lanciata dal CEO Nick Desai e sua moglie Renee Dua, un medico che ora è il principale ufficiale medico dell'azienda. Desai, un imprenditore della tecnologia, dice che lui e sua moglie hanno fatto il brainstorming della soluzione Heal in seguito a una massacrante visita al pronto soccorso di uno dei loro figli. Dopo aver passato ore all'ospedale, solo per sentirsi dire che il loro bambino andrebbe bene, hanno deciso che ci deve essere un modo migliore per i medici di fornire assistenza sanitaria.


A tal fine, la coppia ha sviluppato un'app che consente ai pazienti di richiedere facilmente un medico. I medici hanno una propria applicazione attraverso la quale ricevono richieste di visita da parte di pazienti, visualizzano cartelle cliniche e navigano verso la loro casa. I pazienti fanno il loro solito rimborso assicurativo, o pagano $ 99 se non hanno l'assicurazione. Le visite includono esami per malati e bambini benestanti, nonché servizi per anziani o malati cronici che richiedono un servizio più regolare. Per quest'ultima categoria, Heal ha sviluppato la Wellbe per aprire la comunicazione tra i pazienti e i loro medici, anche se questi ultimi non sono presenti.


Il Wellbe ha un dispositivo Qualcomm Life 4G integrato ed è progettato per non richiedere alcuno sforzo di installazione o manutenzione. I medici curanti possono semplicemente visitare un paziente, collegare il Wellbe a una presa e sincronizzarlo con dispositivi di assistenza sanitaria. Alcuni semplicemente trasmettono dati tramite una connessione Bluetooth, come un misuratore di pressione sanguigna. Il paziente può eseguire la sua routine abituale, prendendo manualmente le misurazioni della pressione sanguigna o indossando il dispositivo di pressione sanguigna, che a sua volta inoltra i risultati a Wellbe. La Wellbe, il cui numero identificativo univoco è collegato all'identità del paziente, trasmette tali dati al server Heal, dove il suo software collega la misurazione con le registrazioni del paziente.


Le informazioni sono messe a disposizione dei medici nelle cartelle cliniche elettroniche che utilizzano già per le visite di chiamata Heal House, piuttosto che richiedere loro di visitare un altro sito per accedere ai dati. L'integrazione con le cartelle cliniche elettroniche è fondamentale, afferma Desai. "Questo è l'unico posto dove i medici vorranno andare", spiega, per raccogliere dati sulla salute dei pazienti.


Per quanto riguarda BLE, l'applicazione più comune è prevenire gli incidenti vaganti. I pazienti a rischio di vagabondaggio, come quelli che soffrono di demenza, indossano un braccialetto che segnala a intervalli regolari. I medici oi membri della famiglia possono utilizzare il software per impostare i parametri, ad esempio identificando quando il braccialetto di un paziente non viene più rilevato e il sistema può inoltrare un messaggio di testo a un utente autorizzato per indicare che il paziente potrebbe aver lasciato l'area in cui dovrebbe essere.


I beacon BLE possono anche essere collegati a oggetti come i flaconi di pillole, per identificare quando una bottiglia è stata aperta o farmaci iniettabili. In questo modo, i medici possono ricevere dati che indicano che i farmaci vengono assunti come prescritto.

Un medico può anche impostare parametri per altri dati del sensore, come le fluttuazioni dei livelli di pressione sanguigna o di zucchero nel sangue. Se viene superata una soglia predeterminata, il medico riceve un messaggio di testo e lui o lei possono quindi iniziare una sessione di telemedicina con il paziente e far sapere a quella persona quale evento si è verificato e quale può essere il rimedio. Ciò può includere l'aumento del dosaggio di un farmaco o la spedizione di un medico a casa del paziente per un esame.

Last update: Feb 08, 2018

Related Article

Comments

Leave a Comment

Leave a Reply