Cosa può fare l'RFID per la tua proprietà e la sala prove

in News RFID on . 0 Comments

L'identificazione a radiofrequenza (RFID) ha il potenziale per tenere traccia in tempo reale di qualsiasi oggetto a cui rimanga attaccato in un'area di stoccaggio a scaffale aperto.


Esistono fondamentalmente due tipi di tag RFID che possono essere associati a proprietà o elementi di prova. Un tipo è un tag passivo. L'altro è un tag attivo.


I tag passivi hanno un piccolo filo "transponder", fondamentalmente un'antenna con un piccolo chip di computer attaccato sotto forma di etichetta autoadesiva. Quando rileva un'onda radio il chip / antenna, "radio" restituisce un numero ID univoco pre-programmato nel chip. La sorgente del segnale radio è programmata per rilevare questo numero e registrarlo. In genere, la fonte è un lettore di badge, ad esempio per l'accesso dell'edificio. Può anche essere un sensore mobile. Gli utenti arrivano a breve distanza, a seconda delle dimensioni del filo e della forza del segnale da pollici a pochi metri.


Per la lettura "a lungo raggio" il tag attivo è superiore. Questi tag si differenziano dai tag passivi per essere alimentati a batteria, le dimensioni di un portachiavi o più grandi e non sono suscettibili di attaccarli se non come "cartellini". Ciò consente loro di ricevere e rispondere da molti metri di distanza.


I vantaggi di questi tag per il controllo degli elementi fuori e indietro da una camera di proprietà, passando i tag vicino al sensore. In determinate circostanze possono essere utili per l'inventario fisico. Gli utenti possono portare un sensore portatile nell'area dello scaffale per rilevare gli articoli con portata, che sono in scaffali aperti. Questo può rendere possibile un inventario molto rapido. In un grande magazzino l'uso di tag attivi può aiutare a tenere traccia di centinaia di elementi in un'area aperta. Possono persino individuare le coordinate geografiche dei pallet di merce in un grande magazzino aperto Walmart.


Vi sono tuttavia degli svantaggi. Il primo è il costo. I tag passivi in ​​grandi quantità vanno da 10 a 20 centesimi l'uno, ma più in quantità di 100.000. I tag attivi sono compresi tra $ 10 e $ 50 ciascuno in quantità tali. Gli scanner portatili tendono ad essere nell'intervallo di $ 5,000 ciascuno e gli scanner di porte fisse nell'intervallo da $ 2.500 a $ 5.000 a seconda delle caratteristiche. Il costo dell'utilizzo di tag e scanner per codici a barre è una piccola parte di questo costo.


Un secondo problema è la propagazione. I segnali radio non penetrano nel metallo o in altre sostanze vendute come gli oggetti densamente conservati. L'argilla contenuta nella carta utilizzata per conservare gli oggetti assorbirà le onde radio. In breve, gli articoli immagazzinati nei ripiani metallici, in particolare i nuovi scaffali ad alta densità, e molto meno gli schedari, sventano la possibilità di prendere il tipo di inventario rapido che è possibile in un magazzino aperto come un centro di distribuzione Walmart.


Un altro problema è la sicurezza. In un'area di deposito delle prove, quando si effettua l'inventario, una caratteristica significativa è la gestione fisica di ciascun articolo per assicurare l'integrità del suo imballaggio. Un inventario RFID che fa uso di impulsi elettronici di rilevamento piuttosto che gestire fisicamente ogni articolo non può garantire che l'articolo a cui il tag RFID è supposto sia collegato. Il sensore potrebbe leggere un tag distaccato. Inoltre, uno dei punti per individuare gli oggetti in un inventario fisico è sapere esattamente su quale scaffale si trova l'oggetto in modo che se un auditor visita, puoi portarlo nello scaffale preciso in cui l'oggetto può essere trovato. Il rilevamento RFID in assenza di uno scanner a distanza ravvicinata (pollici) può fornire solo l'area generale in cui è memorizzato un articolo, non lo scaffale specifico. Gli impieghi impiegheranno molto tempo a trovare gli articoli che i revisori stanno cercando.


Utilizzato per controllare gli elementi dentro e fuori dalla sala prove, gli utenti dovranno conservare gli oggetti da trasferire. In quel caso l'RFID detiene un piccolo vantaggio rispetto ai codici a barre più economici e più convenienti. Inoltre, mentre i codici a barre sono una tecnologia abilitante, costituiscono solo una componente di una stanza di proprietà efficiente, senza carta.


Last update: May 23, 2018

Comments

Leave a Comment

Leave a Reply