Soluzione RFID per prevenire il terrorismo sui voli

in News RFID, Tutorial RFID on . 0 Comments

27 aprile 2018, Gate Gourmet Peru sta dispiegando un sistema RFID presso l'aeroporto internazionale Jorge Chávez, a Lima, per impedire che i coltelli cadano nelle mani di potenziali terroristi. La soluzione con cabinet a frequenza ultra alta (UHF) e Near Field Communication (NFC), progettata per gestire gli utensili da cucina utilizzati durante la preparazione dei cibi, tiene traccia di ogni coltello utilizzato per preparare i pasti in volo.


Il sistema è composto da tag collegati ai coltelli, sette armadi intelligenti abilitati alla tecnologia RFID in cui sono memorizzati i coltelli e un software che identifica ogni volta che un coltello viene rimosso e successivamente restituito, nonché da chi. La tecnologia è fornita da Radical Solutions. Un lettore NFC nel cabinet conferma anche l'identità di qualsiasi individuo che rimuove un coltello.


Gate Gourmet occupa strutture di cucina all'interno dell'aeroporto, in cui vengono utilizzati coltelli e altri strumenti. Due di questi luoghi sono le aree di cottura a freddo e di pre-elaborazione. Nella zona di cottura a freddo, i membri dello staff usano coltelli per tagliare gli ingredienti di insalate e snack leggeri. Inoltre, nell'area di pre-lavorazione, verdure crude, carne e altri prodotti vengono tagliati per la cottura dei pasti durante il volo.


Senza gli armadi RFID, afferma Samamé Jimenez, Gate Gourmet non disponeva di un metodo automatico o affidabile per controllare la tracciabilità dei coltelli. La compagnia non aveva modo di sapere chi avesse il possesso di un coltello in un dato momento, il che significava che le posate potevano essere usate in modo improprio.

La soluzione di cabinet intelligente sviluppata è basata su una combinazione di tecnologie UHF e NFC, oltre a videocamere di sicurezza e software che collega gli eventi di lettura RFID tramite video. Radical Solutions ha realizzato un prototipo e lo ha testato nel laboratorio dell'azienda.


Il cabinet è costituito da un lettore RFID UHF Long Range Hopeland integrato con un'antenna Mojix Turbon per interrogare un tag OPP IOT RFID collegato a ciascun coltello. Un lettore Mifare 13.65 MHz di NXP Semiconductors interroga i tag RFID ad alta frequenza (HF) Promag incorporati nei badge di identificazione personale e viene utilizzato per controllare chi può accedere al cabinet. Il software Radical Solutions che gestisce i dati risiede su un server locale.


Dopo la prototipazione, Gate Gourmet ha installato due armadi nella zona di trasformazione alimentare dell'aeroporto nel gennaio di quest'anno, e il sistema è stato prelevato dal vivo a febbraio. Per la dimostrazione del concetto, nove coltelli da 10 pollici sono stati rintracciati nell'area di pre-lavorazione, mentre cinque coltelli da 10 pollici e quattro coltelli per il pane sono stati rintracciati al loro accesso e quindi sono tornati dalla sezione di cottura a freddo.


Il team ha tagliato una fessura nel manico di ciascun coltello per impiantare un tag RFID. I tag sono incapsulati per proteggerli da acqua, polvere o cibo. Il team di installazione ha deciso di inserire le etichette nella parte inferiore di ciascuna maniglia, vicino alla lama del coltello, in modo che non interferiscano con l'ergonomia dell'uso del coltello.


Inoltre, ogni membro dello staff è stato dotato di una scheda NFC per aprire e chiudere lo smart cabinet. Ogni volta che un dipendente di Gate Gourmet stringe un coltello, lui o lei deve usare il badge NFC per dimostrare la propria identità. Il lavoro deve prima toccare il badge contro il lettore nella parte anteriore della porta. Il numero identificativo univoco codificato sul badge viene catturato dal lettore e inviato al software, dove viene convalidato il numero ID. Se l'utente è autorizzato, la porta si sblocca e quell'individuo può accedere al cabinet.


Il personale è autorizzato a rimuovere un solo coltello alla volta. Quando un lavoratore raggiunge e rimuove un coltello, l'antenna UHF non leggerà più l'ID del tag di quel coltello e il software verrà aggiornato per indicare che l'utensile è stato rimosso. L'azione viene quindi abbinata all'ID del membro dello staff.


Il sistema può non solo inviare avvisi alla direzione se si verifica un'eccezione (come un coltello che non viene rimosso entro l'intervallo di tempo previsto), ma anche creare una registrazione storica di quanto viene utilizzato un coltello, per quanto tempo e da quale dipendente . I dati possono anche essere utilizzati per scopi di analisi, per aiutare l'azienda a gestire meglio il proprio inventario di coltelli, comprenderne la durata e la frequenza di utilizzo, e quindi effettuare sostituzioni solo quando necessario.

Last update: May 02, 2018

Comments

Leave a Comment

Leave a Reply