Come funziona una RFID?

in RFID Journal on . 0 Comments

La tecnologia RFID appartiene a un gruppo di tecnologie denominate Automatic Identification and Data Capture (AIDC). I metodi AIDC identificano automaticamente gli oggetti, raccolgono dati su di loro e li inseriscono direttamente in sistemi informatici con un intervento umano minimo o nullo.


I metodi RFID utilizzano le onde radio per raggiungere questo obiettivo. A un livello semplice, i sistemi RFID sono costituiti da tre componenti: un tag RFID o un'etichetta intelligente, un lettore RFID e un'antenna. Le etichette RFID contengono un circuito integrato e un'antenna, che vengono utilizzati per trasmettere dati al lettore RFID (chiamato anche un interrogatore). Il lettore converte quindi le onde radio in una forma di dati più utilizzabile. Le informazioni raccolte dai tag vengono quindi trasferite tramite un'interfaccia di comunicazione a un sistema di computer host, in cui i dati possono essere archiviati in un database e analizzati in un secondo momento.


Tag Antenne


Tag le antenne raccolgono energia e la incanalano sul chip per accenderlo. Generalmente, maggiore è l'area dell'antenna dell'etichetta, maggiore è la quantità di energia che sarà in grado di raccogliere e incanalare verso il chip del tag e l'ulteriore raggio di lettura del tag.


Non esiste un tag perfetto per tutte le applicazioni. È l'applicazione che definisce le specifiche dell'antenna del tag. Alcuni tag potrebbero essere ottimizzati per una particolare banda di frequenza, mentre altri potrebbero essere sintonizzati per ottenere buone prestazioni se collegati a materiali che potrebbero non funzionare normalmente per la comunicazione wireless (alcuni liquidi e metalli, ad esempio). Le antenne possono essere fatte da una varietà di materiali; possono essere stampati, incisi o stampati con inchiostro conduttivo, o anche vapore depositato su etichette.


Dispositivi di connettività Identifica, individua, autentica e coinvolge gli endpoint

I lettori e gateway RAIN RFID sono dispositivi che alimentano e comunicano in modalità wireless con i tag e consegnano i dati dei tag al software del sistema operativo. I dispositivi di connettività comunicano in modo bidirezionale con endpoint che si trovano nel loro ambito operativo, eseguendo un numero qualsiasi di attività tra cui semplice inventario continuo, filtraggio (ricerca di tag che soddisfano determinati criteri), scrittura (o codifica) tag selezionati, ecc.


I dispositivi di connettività possono identificare e localizzare più di 1.000 articoli al secondo. I lettori possono essere fissi o mobili e utilizzare un'antenna collegata per acquisire i dati dai tag. I gateway integrano lettori fissi con antenne di scansione per localizzare e tracciare gli oggetti etichettati. I chip e i moduli di lettura sono progettati per essere integrati in applicazioni come lettori portatili, distributori automatici intelligenti, tracciamento automobilistico, dispositivi mobili e altro ancora.


I lettori stazionari richiedono un'antenna che invii energia, così come dati e comandi agli endpoint. Poiché questi lettori sono spesso utilizzati in applicazioni automatizzate, possono supportare connessioni aggiuntive a sensori di presentazione esterni o stack di luce per informare gli utenti delle letture complete. Lettori e gateway sono collegati a un PC host o rete per trasmettere tutti i dati dei tag.


Reader Antenne


I lettori RAIN RFID e le antenne di lettura lavorano insieme per leggere i tag. Le antenne di lettura convertono la corrente elettrica in onde elettromagnetiche che vengono poi irradiate nello spazio dove possono essere ricevute da un'antenna tag e riconvertite in corrente elettrica. Proprio come le antenne tag, c'è una grande varietà di antenne per lettori e la selezione ottimale dell'antenna varia a seconda dell'applicazione e dell'ambiente specifici della soluzione.


I due tipi di antenna più comuni sono le antenne polarizzate lineari e circolari. Le antenne che irradiano campi elettrici lineari hanno lunghe distanze e alti livelli di potenza che consentono ai loro segnali di penetrare attraverso diversi materiali per leggere i tag. Le antenne lineari sono sensibili all'orientamento dei tag; a seconda dell'angolo o del posizionamento del tag, le antenne lineari possono avere difficoltà a leggere i tag.


La scelta dell'antenna è anche determinata dalla distanza tra il lettore RAIN RFID e le etichette che deve essere letta. Questa distanza è chiamata intervallo di lettura. Le antenne di lettura operano in "campo vicino" (campo corto) o "campo lontano" (campo lungo). Nelle applicazioni near-field, l'intervallo di lettura è inferiore a 30 cm e l'antenna utilizza l'accoppiamento magnetico in modo che il lettore e il tag possano trasferire energia. Nei sistemi near-field, la leggibilità delle etichette non è influenzata dalla presenza di dielettrici, come acqua o metallo, nel campo.


Nelle applicazioni di campo lontano, la distanza tra il tag e il lettore è superiore a 30 cm e, in effetti, può arrivare a diverse decine di metri. Le antenne a campo lontano utilizzano l'accoppiamento elettromagnetico e i dielettrici possono indebolire la comunicazione tra il lettore e le etichette.

Last update: Apr 24, 2018

Comments

Leave a Comment

Leave a Reply